Ottime capacità diagnostiche.

E’ tornata a casa con la diagnosi in tasca, incazzata come una iena: incazzata con la dottoressa, che ha appiccicato un bollino sul suo bambino e fornito una lunga lista di accorgimenti pratici da mettere in atto in classe (accorgimenti che faranno sentire suo figlio un idiota, visto che il QI è da cartella “medio-alto”), incazzata con la maestra che le ha detto di portare il bambino a fare queste indagini (“ah ma io adesso gli cambio scuola”), incazzata con il padre del bambino, che se non fosse quello che è COL CAVOLO che il ragazzino avrebbe problemi e, in ultimo, incazzata con la babysitter: che vantaggio c’è ad avere una babysitter che fa la psicologa se non ti dice cosa non va in tuo figlio? Anzi, no, dirtelo magari te l’ha pure detto e ha fatto male, invece di dire cose LE SISTEMASSE. E adesso, che dovrebbe chiamarla per dirle che non c’è bisogno che vada a prendere il bambino, preferisce fare altro. Poi magari la avverte, eh, ma tipo 15 minuti prima.

Sono tornata a casa con la diagnosi in testa, per nulla sorpresa e incazzata pure io: l’avevo detto di evitare le fabbriche di questi nuovi disturbi che vanno per la maggiore e umiliano bambini e genitori senza offrire vere soluzioni. L’avevo detto che il problema era l’ansia e che potevo offrire (senza falsa modestia) i professionisti migliori sulla piazza. Lo sapevo che prima o poi questo momento sarebbe arrivato. E se lei sapesse QUANTA fatica ho fatto a fare “solo” (poi il cavolo “solo”, non è nemmeno del tutto vero) la babysitter, quanta attenzione ci ho messo. Io lo so. E allora perché cavolo mi sento in colpa lo stesso?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...